Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Il direttore finanziario di Enel, Luigi Ferraris, nel corso di un suo intervento a margine di una conferenza ha spiegato che Enel non intende modificare la sua politica dei dividendi, nonostante la decisione della controllata spagnola Endesa di non distribuire alcuna cedola in relazione all’esercizio 2012, destinando a riserva l’utile netto pari a circa due miliardi di euro realizzato tra gennaio e dicembre 2012.

Enel, ricordiamo, comunicherà i risultati realizzati nel corso del 2012 e l’ammontare della cedola il 12 marzo prossimo. La data di stacco del dividendo è prevista per il 24 giugno 2013, mentre quella di messa in pagamento il giorno 27 dello stesso mese.

Endesa, ricordiamo, ha archiviato il 2012 con risultati in calo e inferiori alle previsioni del consensus, tuttavia la maggior parte degli analisti è concorde nel ritenere che tale risultato non avrà un impatto negativo rilevante per Enel, i cui risultati preliminari sono già stati comunicati. La minore perferomance di Endesa, infatti, sarà recuperata mediante una crescita negli altri segmenti industriali.

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.