Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Si è conclusa il 28 maggio l’Offerta Globale di Vendita di Massimo Zanetti Beverage Group e la società ha comunicato il prezzo di offerta relativo, appunto, all’offerta globale di vendita e sottoscrizione delle azioni che saranno quotate a Piazza Affari sul Segmento Star.

Terminata l‘Opvs del gruppo Massimo Zanetti Beverage, è stato comunicato il prezzo di offerta delle azioni: 11,6 euro, ovvero il minimo della forchetta fissata nella fase di collocamento. Il controvalore totale dell’offerta è di 127,6 milioni di euro, al lordo dei costi di quotazione, mentre la capitalizzazione iniziale sarà di 397,9 milioni di euro. Il collocamento garantirà un introito di 73,1 milioni di euro nelle casse del gruppo.

L’inizio delle negoziazioni è previsto per mercoledì 3 giugno 2015 sul segmento STAR di Borsa Italiana. Coordinatori Globali dell’offerta sono Banca IMI e BNP Paribas che sono anche Joint Bookrunners insieme a J.P. Morgan Securities.

La società Massimo Zanetti Beverage Group, fondata nel 1979, opera nel settore della produzione e nella vendita del caffè tostato, delle macchine da caffè per uso professionale e domestico, di attrezzature da bar e nella commercializzazione di alcuni prodotti a uso alimentare, come salse, cioccolatini, spezie e biscotti.

Il gruppo Massimo Zanetti Beverage Group comprende il brand Segafredo Zanetti, attraverso il quale vende in tutto il mondo il caffè espresso italiano; nel 2014, il marchio Segafredo ha rappresentato il 23,1 per cento del fatturato del gruppo. Altri brand della società sono Meira e Chock Full O’Nuts, durante lo scorso esercizio questi marchi hanno assicurato al gruppo, rispettivamente, il 7,2 per cento e il 6,2 per cento del fatturato.

L‘esercizio 2014 di Massimo Zanetti Beverage Group si è concluso con ricavi pari a 781,5 milioni di euro, in aumento del 3,4 per cento rispetto ai 755,5 milioni di euro realizzati l’anno precedente. Inoltre, i ricavi hanno mostrato un’interessante crescita nel corso dei primi tre mesi del 2015: +26,8 per cento in più rispetto allo stesso periodo dello scorso esercizio.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.