Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Trimestrale sopra alle attese per Telecom Italia. Il gruppo leader nel settore delle telecomunicazioni ha chiuso i primi nove mesi dell’anno con un utile di 985 milioni di euro, contro la perdita di 902 milioni registrata nello stesso periodo dello scorso anno. La performance del gruppo ha stupito anche gli analisti che si aspettavano numeri leggermente inferiori.

Seppur ancora negativa, la performance registrata nei primi nove mesi del 2014 da Telecom Italia, conferma il trend di recupero rispetto ai primi mesi e all’analogo periodo del 2013. Questo recupero si deve, in modo particolare, al settore Mobile.

Nel dettaglio, i ricavi sono scesi del 9,1% a 15,972 miliardi, rispetto ai 17,564 miliardi fatturati nello stesso periodo del 2013; i ricavi domestici sono calati del 7,2% a 11.336 milioni di euro, ma nel terzo trimestre hanno mostrato un flessione del 5% , in recupero sia rispetto ai mesi precedenti che all’intero esercizio del 2013. L’indebitamento finanziario netto al 30 settembre si è attestato a 26,572 miliardi di euro, 235 milioni in mese rispetto a fine del 2013 e 800 milioni in meno rispetto al 30 giugno scorso.

Come dicevano, gli analisti si sono detti sorpresi positivamente dei risultati del terzo trimestre 2014 contabilizzati da Telecom Italia (a tal proposito rimandiamo a: Telecom Italia le previsioni di Equita sui conti del terzo trimestre 2014) ; per gli esperti di Equita, l’indicazione più positiva è il miglioramento del trend dei ricavi domestici. A mostrare un deciso miglioramento sono state soprattutto le vendite dei servizi mobile, ma anche il wireline ha mostrato un leggero incremento.

I vertici di Telecom Italia prevedono, per l’intero esercizio, un’ulteriore flessione del mercato domestico più contenuta rispetto a quella riscontrata nel 2013, e una crescita del mercato brasiliano. In accordo con le previsioni del piano industriale 2014-2016 (si veda: Telecom Italia previsioni 2014-2016) il management si aspetta un progressivo recupero della performance operativa, anche grazie alle azioni di contenimento e riduzione dei costi.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.