Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Secondo quanto riportato da Affari & Finanza, inserto economico del quotidiano La Repubblica, i vertici di Credem avrebbero intenzione di distribuire agli azionisti dell’istituto bancario, nel corso della prima parte del prossimo anno in relazione all’esercizio 2012, un dividendo pari a 0,10 euro per azione, ossia invariato rispetto a quello distribuito lo scorso maggio in relazione all’esercizio 2011.

L’orientamento in merito alla distribuzione di una cedola invariata rispetto a quella del precedente esercizio sarebbe emerso a seguito dell’analisi dei risultati realizzati nel corso dei primi nove mesi dell’anno, che ricordiamo sono stati archiviati con un utile netto consolidato pari a 90,2 milioni di euro, ossia in crescita del 5,5% rispetto agli 85,5 milioni di euro realizzati nello stesso periodo dello scorso anno, e impieghi in aumento del 5,5% a 20.519 milioni di euro.

Lo stesso quotidiano ha inoltre sottolineato il ritardo della banca nel presentare il nuovo piano industriale, contrariamente a quanto fatto in passato. Credem si avvia infatti a concludere il piano 2010-2012 e non ha ancora comunicato niente al mercato, mentre di solito anticipava di un anno la conclusione del vecchio piano scrivendone uno nuovo. Questa volta è invece addirittura in dubbio se verrà o meno scritto un nuovo piano.

Adolfo Bizzocchi, direttore generale del Credem, ha spiegato che in questo particolare momento numeri e target a tre anni non hanno alcun valore, per cui la banca non intende presentare nessun piano almeno nel corso del primo semestre 2013, dopodiché si vedrà.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.