Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Vista la modalità di calcolo dell’imposta e la confusione che si è creata a seguito di diverse modifiche alla normativa di riferimento, non sono affatto rari i casi che vedono un versamento dell’Imu in misura maggiore rispetto a quanto effettivamente dovuto, oppure un versamento della tassa anche se non dovuta. In tal caso è possibile chiedere al Comune a favore del quale è stato effettuato il versamento il rimborso della somma pagata ma non dovuta.

Tale richiesta può essere inoltrata tramite l’apposito modulo predisposto dai Comuni oppure in carta semplice, utilizzando il fac-simile che proponiamo di seguito. In entrambi i casi è necessario inoltrare la richiesta tramite raccomandata con avviso di ricevimento, in modo da avere una prova dell’avvenuta recezione della richiesta da parte del destinatario.

FAC-SIMILE RICHIESTA RIMBORSO IMU

All’Ufficio tributi del Comune di  ………………………
Via  ………………………

Oggetto: istanza di rimborso Imu

Il/La sottoscritto/a ……………………… ……………………… nato/a a ……………………… il ……………………… e residente a ……………………… in via ……………………… recapito telefonico ………………………, in qualità di proprietario/a dell’immobile sito a ……………………… in via ……………………… accatastato nella sezione ……………………… foglio ……………………… particella ……………………… subalterno ………………………

PREMESSO

di aver versato in data ……………………… la somma di € ……………………… a titolo di ……………………… (Imu, acconto Imu, saldo Imu, ecc.)

CHIEDE

il rimborso di € ……………………… per ……………………… (indicare i motivi per i quali si chiede il rimborso, ad esempio importo in eccedenza per errato calcolo, versamento non dovuto, ecc.). A tal fine si allega alla presente copia dei versamenti effettuati, copia della carta d’identità e ……………………… (eventuale altra documentazione necessaria).

Il rimborso dovrà avvenire tramite accredito su conto corrente intestato a ……………………… codice IBAN ………………………

Luogo e data

Firma

 

 

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Lascia un commento