Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer
fpmarkets

Gestione separata: aliquote contributive 2015

Ecco le aliquote contributivi per gli iscritti alla Gestione separata INPS 2015, come liberi professionisti, collaboratori occasionali e lavoratori autonomi.

 

Gestione separata INPS: gli iscritti

Fondo pensionistico finanziato con i contributi previdenziali obbligatori dei lavoratori assicurati e nasce con la L. 335/95 (art. 2, c. 26) di riforma del sistema pensionistico, anche nota come riforma Dini.

Soggetti iscritti alla GS sono:

-categorie residuali di liberi professionisti, per i quali non è stata prevista una specifica cassa previdenziale (professionisti con cassa previdenziale, nel caso in cui, ai sensi del suo regolamento, l’attività non sia iscrivibile: può essere il caso, ad es., di un ingegnere che contemporaneamente all’attività professionale svolge anche attività di lavoro dipendente)

-forme di collaborazione coordinata e continuativa (c.d. co-co-co), che fino ad allora non avevano mai beneficiato di alcuna disciplina specifica, né giuridica, né previdenziale

-venditori a domicilio, ex art. 36, L. 426/71

-spedizionieri doganali non dipendenti;

-assegni di ricerca;

-beneficiari di borse di studio per la frequenza ai corsi di dottorato di ricerca;

-amministratori locali;

-beneficiari di borse di studio a sostegno della mobilità internazionale degli studenti (solo da maggio a dicembre 2003) e degli assegni per attività di tutorato, didattico-integrative, propedeutiche e di recupero;

-lavoratori autonomi occasionali;

-associati in partecipazione;

– medici con contratto di formazione specialistica;

-Volontari del Servizio Civile Nazionale (avviati dal 2006 al 2008);

-prestatori di lavoro occasionale accessorio.

 

Gestione separata INPS: aliquote 2015

L’art. 10-bis del decreto legge 31 dicembre 2014, n. 142, – cd Milleproroghe –  convertito dalla legge 27 febbraio 2015 n. 11, pubblicata sulla GU n. 49 del 28 febbraio 2015, ha sostituito il primo periodo dell’art. 1, comma 744, della legge 147/2013 e variato quanto già previsto dall’art. 1, comma 79, della legge 24 dicembre 2007, n. 247.
Conseguentemente ai lavoratori autonomi, titolari di partita IVA, iscritti in via esclusiva alla Gestione separata di cui all’art. 2, comma 26, della legge n. 335/95, per l’anno 2014 e 2015 si applica l’aliquota contributiva del 27%, per l’anno 2016 si applica l’aliquota contributiva del 28% e per l’anno 2017 del 29%.

Così per i soggetti iscritti alla Gestione Separata, i contributi dovuti per l’anno 2015 sono calcolati applicando le aliquote così come di seguito specificato:

Liberi Professionisti:

  • soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie: aliquota al 27,72% (27,00 IVS + 0,72 aliquota aggiuntiva)
  •  Soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria: aliquota 23,50%

 Collaboratori e figure assimilate

  •  Soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie: aliquota al 30,72%(30,00 IVS + 0,72 aliquota aggiuntiva)
  •  Soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria: aliquota al 23,50%.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Lascia un commento