Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

In virtù di quanto stabilito dal cosiddetto Decreto Bersani, sia che si tratti di una sim in abbonamento che di una sim prepagata, il cliente ha diritto a recedere dal contratto in qualunque momento.

Questo significa quindi che anche nel caso di una sim prepagata si può recedere dal contratto prima della scadenza, solitamente annuale dall’attivazione o dall’ultima ricarica.

Tale esigenza può derivare, oltre che dal mancato utilizzo della sim, anche dalla necessità di chiudere i rapporti non più considerati utili, oppure in caso di decesso del titolare. In quest’ultimo caso la richiesta deve essere formulata dall’erede o dagli eredi allegando il certificato di decesso del titolare della sim.

La disdetta deve essere inviata tramite raccomandata con avviso di ricevimento, in modo tale da avere una prova dell’avvenuta recezione da parte del destinatario.

Fac – simile disdetta scheda SIM

Di seguito un esempio di lettera di inviare per disdire una scheda sim.

Spett.le …………………….
Via ………………………….
Cap ………. Città …………

RACCOMANDATA A.R.

Oggetto: disdetta scheda sim

Il/La sottoscritto/a ………………….. ………………….. nato/a a ………………….. il ………………….. codice fiscale ………………….. residente a ………………….. in via ………………….. recapito telefonico ………………….. titolare dell’utenza mobile numero …………………..

CHIEDE

la disdetta dal contratto riguardante la suddetta sim entro ………………….. giorni dal ricevimento della presente e la restituzione del traffico residuo tramite assegno da inviare a ………………….. /bonifico bancario su conto corrente intestato a ………………….. avente IBAN …………………../ accredito sulla sim n° …………………..

Cordiali saluti

Luogo e data

Firma

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.