Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Forse non tutti lo sanno ma esiste un bonus sulla bolletta elettrica per chi ha bisogni di macchinari elettromedicali salvavita. Lo sconto va richiesto al Comune e può variare dai 177 ai 639 euro all’anno.

I malati gravi costretti all’uso di apparecchiature elettromedicali salvavita hanno diritto a un bonus sconto sulla bolletta elettrica. A ricordarlo è stata l’Autorità per l’energia durante la Giornata Nazionale della Sla.

Il bonus sulla bolletta elettrica è rivolto a tutti quei malati che hanno bisogno di macchinari salvavita che necessitano della corrente elettrica come ventilatori polmonari, polmoni d’acciaio, sollevatori mobili e strumenti per la nutrizione. L’ammontare del bonus va dai 177 ai 639 euro all’anno e va richiesto al Comune.

Le informazioni per sapere se si ha diritto al bonus e su come fare richiesta sono disponibili sul sito dell’Autorità e sul quello dell’Anci, l’Associazione Nazionale Comuni Italiani, oppure telefonando al numero verde 800.166.654 dello Sportello per il Consumatore di energia, attivo dal lunedì’ al venerdì’ dalle ore 8 :00 alle 18:00.

La richiesta del bonus va presentata al Comune di residenza utilizzando gli appositi moduli; la richiesta deve essere accompagnata dalle certificazioni della propria Asl sulle gravi condizioni di salute che rendono indispensabile l’uso delle apparecchiature salvavita. L’elenco dei macchinari che possono dare diritto al bonus per disagio fisico è indicato dal Decreto del Ministero della Salute del 13 gennaio 2011 e comprende macchinari come polmoni d’acciaio, ventilatori polmonari, cycler, strumenti per la nutrizione e sollevatori mobili.

Il valore del bonus per disagio fisico è differenziato in tre fasce a seconda della potenza contrattuale, dalla tipologia di apparecchiature e dal tempo di utilizzo giornaliero. Lo sconto viene detratto direttamente dalle bollette per tutto il periodo di utilizzo delle apparecchiature.

Per richiedere e ottenere questo bonus non occorre essere in una situazione di disagio economico, pertanto non bisogna presentare il modello Isee. È bene specificare, comunque, che se la persona malata ottiene il bonus per disagio economico, può essere cumulato con quello per disagio fisico.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.