Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Gli analisti di Credit Suisse in un recente report hanno sottolineato la forte differenza tra la performance messa a segno nel corso dell’ultimo periodo dai paesi emergenti in generale, come testimoniato dal calo del 9,6% dell’indice Msci, e da quelli di frontiera, che al contrario hanno messo a segno un rialzo del 14,3% circa.

Pertanto, gli esperti consigliano agli investitori di puntare su tali mercati, che a loro avviso presentano ampie potenzialità di crescita, pertanto hanno indicato dieci titoli azionari di società che vantano un’ampia esposizione in queste aree.

Emirates Telecom, gruppo telefonico quotato ad Abu Dhabi con una capitalizzazione di 21,4 miliardi di dollari, con un ritorno totale del 37%, un p/e 2013 di 10 e un rendimento del dividendo del 6,5% (rating “buy”).

– Tullow Oil, compagnia petrolifera che capitalizza 14,5 miliardi di dollari, presenta un dividend yield dell’1,3% e un p/e di 19,3 (rating “hold”).

– Aspen Pharmacare, gruppo farmaceutico quotato a Johannesburg con una capitalizzazione di 9,4 miliardi di dollari, un ritorno a un anno del 55%, un p/e di 24,8 e un rendimento del dividendo dell’1% (rating “sell” per l’elevato indebitamento).

– Millicom, compagnia di telefonia cellulare che capitalizza 7,8 miliardi di dollari, ha un ritorno totale negativo (-7%), un p/e 2013 di 12,4, e un dividend yield del 3,4% (rating “sell”).

– SabMiller, capitalizza 82,6 miliardi di dollari, in un anno ha reso il 34,4%, il dividend yield è del 2% e il p/e 2013 è intorno a 20 (rating “buy”).

– Mtn group, il gruppo capitalizza 33,5 miliardi di dollari, in un anno ha reso il 32% e presenta un rendimento del dividendo del 5,8%, con un p/e 2013 del 12,3 (rating “hold).

– Naspers, capitalizza 26,5 miliardi di dollari, in un anno il titolo ha reso quasi il 60%, il rendimento della cedola è inferiore all’1% e il p/e 2013 è 22 (rating “buy”).

– Olam , capitalizza 3,3 miliardi di dollari, ha un ritorno totale negativo (-6%), un dividend yield del 2,4% e il p/e 2013 è 10,6 (rating “sell”, principalmente a causa delle valutazioni elevate rispetto alla media del settore).

– Shoprite holdings, capitalizza 10,5 miliardi di dollari, ha un p/e di 24,5 e un rendimento della cedola del 2% (rating “hold”).

– Standard Bank Group, capitalizza 19,6 miliardi di dollari, ha un p/e 2013 di 10,2 e un rendimento del dividendo del 4,5% (rating “buy”).

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.