Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Ian Richards, capo della strategia dei mercati azionari di Exane Bnp Paribas, in un report ha previsto delle buone prospettive di crescita per i listini azionari europei, pertanto ritiene che nonostante lo scenario ancora incerto sia possibile approfittare delle basse quotazioni e fare degli acquisti che in futuro potrebbero rivelarsi piuttosto fruttiferi.

L’esperto ha così delineato una sorta di strategia di investimento per il prossimo anno e che è possibile riassumere in dieci consigli su come investire nel 2013.

– Puntare sulle azioni europee, che secondo le sue previsioni nel 2013 realizzeranno una performance migliore rispetto alle azioni statunitensi. In particolare, Richards stima un rialzo almeno del 13% dell’indice Msci Europe a fine 2013.

– Dare un maggiore peso alle azioni rispetto alle obbligazioni societarie e ai titoli di Stato, soprattutto in considerazione del fatto che le prime presentano un minor valore di accesso e allo stesso tempo un maggiore potenziale di upside.

– Investire sul mercato azionario italiano, il cui potenziale è rappresentato soprattutto dal fatto che in Italia si producono i migliori prodotti ad alto valore aggiunto del mondo. In particolare, l’indice Ftse-Mib è previsto a fine 2013 a quota 17442.

– Investire sul mercato azionario spagnolo, in virtù del ritorno di competitività dell’economia del Paese dopo i drastici interventi attuati nel 2012.

– Investire nel settore delle utility, che dovrebbe dare grandi soddisfazioni per via degli elevati rendimenti delle cedole.

– Investire nel settore dei materiali da costruzione, che si prevede beneficerà delle ripresa, seppur lenta, dell’economia.

– Investire nel settore bancario, che secondo l’analista nel corso del prossimo anno metterà a segno una performance superiore alla media grazie al miglioramento delle prospettive dei mercati finanziari.

– Investire nei titoli del settore minerario, che dovrebbero beneficiare del miglioramento dell’economia cinese.

– Puntare sui titoli di aziende che esportano, i quanto nel corso del prossimo anno i titoli vincenti saranno quelli esposti al trend di crescita globale.

– Puntare sui titoli del Regno Unito per diversificare il proprio portafoglio, specie su quelli del settore finanziario e delle risorse di base.

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.