Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Gli esperti di Barclays hanno fornito le loro previsioni sul prezzo dell’oro e dei metalli preziosi per il prossimo biennio.

In particolare, per quanto riguarda il metallo giallo, gli analisti ritengono che il prezzo salirà a 1.325 l’oncia nell’ultimo trimestre del 2013, per poi passare nel 2014 a 1.310 dollari l’oncia e a 1.190 dollari l’oncia nel 2015. Il prezzo dell’oro, dunque, è rivisto al ribasso soprattutto a fronte della perdita di incisività di quegli elementi che in passato hanno trainato al rialzo le quotazioni, come ad esempio gli acquisti da parte delle banche centrali, i bassi tassi di interesse e i rischi di inflazione nel medio termine.

Per contro, il prezzo del platino è destinato a salire. Gli esperti della banca d’affari prevedono infatti un trend in salita soprattutto a causa del deficit di mercato nel prossimo anno e delle tensioni in Sud Africa riguardanti le rinegoziazioni biennali dei salari, che probabilmente porteranno a scioperi e blocchi della produzione. Pertanto, il prezzo dovrebbe arrivare a 1.600 dollari l’oncia nel 2014 e a 1.700 dollari l’oncia nel 2015, rispetto ai 1.538 dollari l’oncia del 2013.

Previsioni favorevoli anche per il palladio, soprattutto per via della crescita delle importazioni cinesi. Le previsioni parlano di 795 dollari l’oncia nel 2014 e 900 dollari l’oncia nel 2015 (dai 745 dollari l’oncia nel 2013).

Risulta invece negativo lo scenario che si configura per l’argento, che in un anno ha perso il 22,5%. Gli analisti ritengono infatti che il trend al ribasso proseguirà anche nel corso del prossimo biennio, soprattutto considerando che la domanda industriale con ogni probabilità non sarà sufficiente a controbilanciare l’impatto negativo che deriva dalla correlazione con il trend negativo dell’oro e i deflussi dagli Etp. Il prezzo medio è stimato 19,5 dollari l’oncia nel 2014 e a 17 dollari nel 2015, contro i 22,8 dollari l’oncia del 2013.

+

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.