Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Le aste di titoli di Stato di maggio 2013 rappresentano per il mercato e per gli analisti una sorta di incognita. Infatti, se da un lato la situazione politica in Italia sembra aver inboccato la strada giusta, contribuento a ristabilire il senso di fiducia degli investitori verso il Paese, come ampiamente testimoniato dall’esito delle aste di aprile, dall’altro potrebbe creare non pochi problemi a livello europeo la posizione della Bundesbank, che a quanto  sarebbe contraria al programma di acquisto di titoli di Stato da parte della Banca centrale europea lanciato a settembre per fornire una rete di protezione all’Eurozona.

Sul fronte delle aste di titoli di Stato, come di consueto anche gli appuntamenti di maggio sono cinque in tutto. Si inizia con le due aste di metà mese, a cominciare dall’asta di BOT annuali che saranno collocati venerdì 10, con comunicazione contenente i dettagli dell’asta che sarà diffusa mercoledì 7, mentre il regolamento delle sottoscrizioni è previsto per martedì 14. Segue poi l’asta di BTP triennali prevista per lunedì 13, con comunicazione diffusa mercoledì 8 e regolamento delle sottoscrizione fissato per mercoledì 15.

Si passa poi alle aste della seconda metà del mese, ossia quella di CTZ e BTP€i di martedì 28, quella di BOT semestrali di mercoledì 29 e quella di BTP a cinque e dieci anni di giovedì 30. La comunicazione contenente i dettagli del collocamento sarà diffusa rispettivamente giovedì 23, venerdì 24 e lunedì 27, mentre il regolamento delle sottoscrizioni avrà luogo venerdì 31 per i BOT, i CTZ e i BTP€i. Infine, per i BTP è fissata a lunedì 3 giugno 2013.

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.