Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Tutti i titolari di un libretto postale possono chiedere il rilascio della carta libretto postale, una carta elettronica con microchip che rende più semplice e veloci le operazioni di prelievo e versamento di denaro. Tale carta consente infatti di versare contanti sul libretto, senza doverlo esibire, negli oltre 14.000 uffici postali presenti su tutto il territorio nazionale, nonché di prelevare contanti sia presso gli uffici postali che presso gli sportelli automatici di Poste Italiane, circa 5.000 su tutto il territorio nazionale.

A ciascun libretto postale possono essere associate fino a 4 carte, una per ogni intestatario. La carta consente di prelevare fino a 600 euro al giorno e fino ad un massimo di 2.500 euro al mese presso gli sportelli automatici Postamat, mentre per i prelievi e i versamenti effettuati presso gli uffici postali non esistono limiti, fatta eccezione per quello rappresentato dalla disponibilità di denaro sul libretto. La carta libretto postale non è una carta di pagamento, pertanto essa non può essere utilizzata per il pagamento di eventuali acquisti presso esercenti dotati di Pos.

La carta può essere richiesta gratuitamente previa compilazione e firma di un apposito modulo presso l’ufficio postale, inoltre non prevede un canone annuo, né tanto meno costi di gestione. Sono completamente gratuiti anche tutti i prelievi e i versamenti e non sono previste spese per l’emissione, la sostituzione e l’estinzione della carta.

E’ consentito effettuare con la carta libretto postale fino ad un massimo di 40 operazioni consecutive senza aver esibito il libretto presso l’ufficio postale per le relative annotazioni.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Lascia un commento