Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Atlantia e Gemina, attraverso due distinti comunicati diramati ieri in serata a mercati chiusi, hanno fatto sapere di aver avviato i contatti per verificare se esistono i presupposti per procedere ad un’integrazione societaria tra le due holding.

In entrambi i comunicati stampa non vengono aggiunti ulteriori dettagli sulla possibile fusione che dovrebbe riuniure in un’unica entità la holding che controlla Aeroporti di Roma e la holding che controlla la maggiore concessionaria autostradale italiana. Restano quindi ignote le modalità di attuazione dell’ipotetica integrazione, tuttavia al riguardo una fonte a conoscenza dell’operazione, citata da Reuters, ha parlato dell’intenzione di Atlantia di lanciare un’opa in contanti, in quanto in questo modo si darebbe modo ai soci che vogliono uscire di farlo. Il riferimento è soprattutto ad alcuni soci di Gemina che non avrebbero alcun interesse ad entrare in Atlantia.

Nei giorni scorsi, ricordiamo, alcune indiscrezioni di stampa hanno ipotizzato un’accelerazione del processo finalizzato alla fusione delle due società, soprattutto per attuare il prima possibile il piano di investimenti destinato al rilancio dello scalo di Fiumicino. In particolare, si è parlato della definizione dei termini dell’operazione entro la fine di gennaio, dell’esame e dell’approvazione durante i Cda in programma a febbraio e della conclusione entro la fine del primo trimestre dell’anno.

 

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.