Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

La Commissione Bilancio del Senato ha espresso parere contrario in merito all’emendamento al decreto legge sviluppo che modifica la regolamentazione dei Monti Bond a favore di Banca Monte dei Paschi di Siena. Tale emendamento, ricordiamo, prevede la possibilità per la banca senese di pagare al Tesoro le cedole sui 3,9 miliardi di bond emettendone altri per la parte che non riuscirà a pagare in contanti.

Secondo quanto riportato da alcuni organi di stampa, la Commissione non avrebbe neanche esaminato l’emendamento in quanto il testo non comprendeva la relazione tecnica che avrebbe dovuto giustificare la copertura finanziaria di questi strumenti. Al riguardo, in particolare, il presidente della Commissione Bilancio, Antonio Azzollini, ha spiegato che in presenza di un intervento dalle proporzioni finanziarie come quello in questione non è possibile procedere ad una corretta valutazione senza acquisire una formale relazione tecnica da parte dell’esecutivo. A fronte di ciò, dunque, Azzollini ha proposto l’espressione di un parere contrario ai sensi dell’articolo 81 della Costituzione, parere contrario che la Commissione ha poi deciso di votare.

Nel corso della giornata di domani il decreto sviluppo verrà sottoposto all’esame dell’aula e probabilmente il governo porrà la fiducia sulla questione. Secondo alcune indiscrezioni di stampa, l’esecutivo sarebbe orientato a ripresentare l’emendamento nei prossimi giorni inserendolo nella legge di stabilità o nel decreto Milleproroghe. Nel frattempo a Piazza Affari il titolo Banca MPS ha aperto in territorio positivo e sembra non risentire del parere negativo della Commissione Bilancio del Senato,

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.