Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

A Piazza Affari nel corso della seduta odierna il titolo Finmeccanica è protagonista di una performance al ribasso che ha portato il titolo a segnare a metà mattinata una flessione di oltre quattro punti percentuali a 4.026 euro, sulla scia della perdita registrata nel corso del 2012 e della decisione del Consiglio di amministrazione di proporre di non distribuire dividendi agli azionisti.

Come se non bastasse, ad influire negativamente sul titolo anche la decisione di Moody’s annunciata ieri in serata, ovvero di porre l’attuale rating di Finmeccanica (Baa3 Sr Unsec) in revisione per un possibile downgrade. La decisione è stata presa in quanto l’attuale valutazione potrebbe non essere più sostenibile data la performance finanziaria più debole rispetto alle previsioni e i risultati più bassi nei vari mercati chiave del settore in cui opera il gruppo.

In particolare, l’agenzia di rating statunitense ha spiegato che la sua analisti si focalizzerà sulla capacità della società di raggiungere gli obiettivi prefissati della vendita degli asset, di migliorare la sua posizione finanziaria e di realizzare efficienze operative volte a rafforzare la redditività e la generazione di cassa.

In maniera analoga, hanno posto sotto osservazione il rating e il target price di Finmeccanica anche gli analisti di Banca Imi, in quanto a loro avviso le linee guida illustrate dal management potrebbero apparire troppo ottimiste, soprattutto considerando che il gruppo implementerà ulteriormente le azioni di ristrutturazione e razionalizzazione dei costi.

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.