Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

All’indomani della scadenza del termine per l’adesione all’offerta pubblica obbligatoria totalitaria di acquisto e scambio lanciata da Hera su Acegas-APS, la società bolognese ha pubblicato i risultati, per ora ancora provvisori, dell’operazione.

In particolare, nel periodo compreso tra il 7 e il 27 febbraio 2013 sono state portate in adesione complessive 16.511.317 azioni, pari a circa il 30,03% del capitale sociale e a circa l’80,97% delle azioni oggetto dell’offerta. Di conseguenza, Hera arriverà a detenere complessivamente 50.978.258 azioni di Acegas-APS, pari a circa il 92,72% del capitale. La società potrà pertanto dare corso alla procedura per l’adempimento dell’obbligo di acquisto delle rimanenti 3.881.689 azioni Acegas-APS.

Nell’ambito di tale operazione, ricordiamo, il corrispettivo riconosciuto a ciascun aderente è di n. 4,15994709 azioni ordinarie Hera di nuova emissione per ogni azione ordinaria Acegas-APS e di 0,27342352 euro in contanti per ogni azione ordinaria Acegas-APS. L’emissione e la consegna delle azioni Hera a servizio dell’offerta, nonché il pagamento del corrispettivo in denaro, avverrà in data 6 marzo 2013.

L’operazione ha come obiettivo il delisting di Acegas-Aps al fine di aumentare la liquidità e il flottante del titolo Hera, nonché l’ottimizzazione dei costi connessi alla presenza di due società quotate appartenenti al medesimo gruppo.

 

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.