Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

E’ ormai circa un anno che il managment di Avio continua a rimandare lo sbarco in Borsa per via delle difficili condizioni di mercato e che poco si addicono ad operazioni di questo tipo. Dopo che la società ha rimandato di mese in mese la quotazione a Piazza Affari – le ultime indiscrezioni parlavano della conclusione dell’operazione a settembre 2012 – sul tema è intervenuto il direttore generale di Intesa Sanpaolo, Gaetano Miccichè, uno dei global coordinator e joint bookrunner per l’Ipo del gruppo attivo nel settore aerospaziale, il quale ha spiegato che l’azienda continua ad essere molto interessata al progetto della quotazione in Borsa, tuttavia al momento non c’è premura e non c’è una scadenza definita, appena le condizioni di mercato saranno migliori si deciderà come intervenire.
Il giudizio di ammissibilità per la quotazione, che ricordiamo è stato ottenuto dalla società lo scorso giugno, ha una validità di 12 mesi.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.