Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

L’avvio odierno delle contrattazioni a Piazza Affari è stato debole con diversi segni negativi. Una delle performance peggiori è stata quella del titolo Luxottica, il cui -1,22% ha appesantito notevolmente l’andamento della Borsa milanese. Sono sostanzialmente tre i fattori che stanno incidendo sull’azienda celebre per la produzione e commercializzazione di occhiali.

Le preoccupazioni per l’economia cinese stanno continuando a influire, come anche l’andamento non certo brillante dell’intero settore del lusso. La notizia che più di tutte ha favorito il crollo, comunque, è stata quella relativa al completamento dell’indagine da parte dell’Antitrust francese sulla stessa Luxottica. L’Autorité de la Concurrence (questo il nome dell’ente), infatti, ha avviato e concluso un’istruttoria per capire se ci sia stato un cartello sui prezzi con i gruppi più importanti del settore come protagonisti.

A essere coinvolta è la divisione transalpina dell’azienda di Agordo. Non sono state prese decisioni in merito e nella relazione semestrale è stata annunciata una difesa vigorosa contro le contestazioni indicate. Nel caso vi dovesse essere l’accertamento di colpevolezza, comunque, le multe saranno significative e terranno conto della situazione economica e finanziaria della società.

Le perdite di stamattina si aggiungono a quelle delle ultime giornate (-2,14%), il segnale chiaro che la compagnia è penalizzata in modo evidente dalla situazione cinese. Con uno yuan svalutato, infatti, i margini sui ricavi da vendite nella nazione asiatica diventerebbero sempre più bassi e il mercato dell’ex Impero Celeste è uno dei più importanti per Luxottica.

Le prospettive non sono delle più incoraggianti per chi ha il titolo in portafoglio. Per capire meglio la situazione, si può ricordare che se il titolo scenderà sotto quota 62-63 vi potrebbero essere nel medio-breve termine delle correzioni verso area 56. Al contrario, oltre quota 66 si potrebbe sperare in qualcosa di positivo, visto che si tratta dell’area record raggiunta all’inizio del mese di agosto e che preannuncia ulteriori rialzi.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.