Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Il codice ISIN è un codice alfanumerico di dodici caratteri che ha lo scopo di identificare in maniera univoca uno strumento finanziario.

Per quanto riguarda l’Italia, la Banca d’Italia ricopre il ruolo di National Numbering Agency (NNA), pertanto si occupa di attribuire un codice ISIN valido su scala internazionale agli strumenti finanziari emessi e/o trattati sui mercati finanziari. Esso viene utilizzato oltre che per le azioni, le obbligazioni e i titoli di Stato anche per warrant, ETF e indici azionari.

Avendo la funzione di identificare un determinato strumento finanziario, non è contemplata la possibilità di attribuire più codici ISIN a titoli fungibili, ossia che incorporano gli stessi diritti sotto tutti gli aspetti e che sono fra loro scambiabili, mentre al contrario codici ISIN diversi vengono assegnati a strumenti finanziari non fungibili.

La struttura del codice e le regole per la sua assegnazione sono stabilite dall’ISO (International Organization for Standardization) nello standard ISO 6166, in particolare i primi due caratteri identificato il Paese competente per l’assegnazione del codice ISIN (per l’Italia IT, per la Francia FR, per gli Stati Uniti US, ecc.), quelli dal 3 all’11 sono caratteri alfanumerici a disposizione delle singole NNA, mentre l’ultimo carattere è il cosiddetto digit di controllo numerico.

Il codice ISIN viene assegnato su richiesta avanzata dall’emittente del titolo, dal suo collocatore o dalla Banca presso la quale il titolo viene depositato.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.