Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Fissate le condizioni definitive dell’aumento di capitale di Cattolica Assicurazioni. Lo ha comunicato il consiglio di amministrazione. L’operazione inizierà il 10 novembre e si concluderà il 27 novembre, mentre i diritti relativi resteranno quotati fino al 21 novembre.

Il management del gruppo ha deliberato l’emissione di massime 117.500.880 azioni da offrire in opzione agli aventi diritto al prezzo di sottoscrizione di 4,25 euro per azione, nel rapporto di 21 nuove azioni ogni 10 titoli posseduti. Il controvalore massimo dell’offerta sarà pari a 499,28 milioni di euro.

Il prezzo di emissione delle Nuove Azioni è stato determinato dal Consiglio di Amministrazione tenendo conto delle condizioni di mercato al momento del lancio dell’operazione, dei corsi di borsa delle azioni ordinarie dell’emittente, dell’andamento patrimoniale, economico e finanziario di Cattolica Assicurazioni.

L’aumento di capitale si inserisce nelle iniziative del Piano d’Impresa 2014-2017 di Cattolica Assicurazioni (per maggiori informazioni si veda: Cattolica Assicurazioni piano d’impresa 2014-2017), finalizzate a sostenere la crescita business, finanziare gli investimenti in innovazione e tecnologia, a finanziare la trasformazione industriale e cogliere nuove opportunità di partnership e di acquisizione.

L’offerta sarà assistita da un consorzio di garanzia coordinato da Banca IMI e Mediobanca; inoltre, Cattolica Assicurazioni ha comunicato che il margine di solvibilità al 30 settembre 2014 ha subito variazioni negative rispetto al 30 giugno 2014, pari al 145% del margine di solvibilità regolamentare.

Per quanto riguarda i dati del terzo trimestre dell’anno, Cattolica Assicurazioni ha contabilizzato premi lordi del settore assicurativo Ramo Danni1 pari a 1,2 miliardi di euro, -2,7 per cento rispetto al 30 settembre 2013. Il settore Ramo Vita 2 ha confermato l’andamento in crescita già evidenziato al 30 giugno 2014. Il margine di solvibilità del gruppo non ha subito variazioni negative rispetto al 30 giugno 2014.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Lascia un commento