Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Banca Monte dei Paschi di Siena ha comunicato nelle scorse ore i dettagli dell’aumento di capitale che partirà lunedì 9 giugno e approvato dall’assemblea degli azionisti lo scorso 21 maggio.

In particolare, sulle base di quelle che sono le condizioni definitive stabilite dal Consiglio di amministrazione del gruppo bancario senese, nell’ambito di tale operazione di ricapitalizzazione verranno offerte massime 4.999.698.478 azioni ordinarie di nuova emissione, aventi le stesse caratteristiche delle azioni Banca MPS attualmente in circolazione, che potranno essere acquistate dagli attuali azionisti di Banca MPS esercitando il diritto di opzione loro spettante nel rapporto di 214 azioni di nuova emissione ogni 5 azioni già possedute.

Ciascuna nuova azione potrà essere acquistata ad un prezzo di 1,00 euro ciascuna. Tale prezzo, dunque, ingloba uno sconto pari a circa il 35,5% rispetto al prezzo teorico ex diritto (Terp) calcolato al prezzo di chiusura del 5 giugno 2014. Il controvalore massimo dell’offerta sarà pertanto pari a 4.999.698.478,00 euro.

L’aumento di capitale, come già anticipato, partirà lunedì 9 giugno, mentre il termine è fissato a venerdì 27 giugno. Gli azionisti che non sono interessati ad esercitare in tutto o in parte il diritto di opzione loro spettante possono cederlo ad altri (per maggiori informazioni si veda “vendita del diritto di opzione“). Ricordiamo però che tali diritti potranno essere negoziati in Borsa fino al 20 giugno.

Il suddetto aumento di capitale, ricordiamo, è stato deliberato allo scopo di dotare la banca di un buffer di capitale capace di assorbire eventuali impatti negativi derivanti dal Comprehensive Assessment, inoltre potrà consentire all’istituto di accelerare la realizzazione del piano industriale 2013-2017, cogliendo le opportunità derivanti da una possibile ripresa delle condizioni macroeconomiche e dell’attività bancaria, eventualmente accelerando il rimborso integrale dei nuovi strumenti finanziari rispetto ai tempi concordati con la Commissione Europea.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.