Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Isagro, società attiva nel settore degli agrofarmaci, ha lanciato nei giorni scorsi un aumento di capitale per un ammontare complessivo massimo di 27,8 milioni di euro finalizzato a reperire le risorse necessarie per finanziare investimenti relativi allo sviluppo di nuove registrazioni e alla difesa straordinaria dei prodotti di proprietà.

Nell’ambito di tale operazione, in particolare, la società emetterà due diverse categorie di azioni, ovvero le azioni ordinarie e le azioni di sviluppo. Queste ultime, a differenza delle prime, non godono del diritto di voto nell’assemblea dei soci, tuttavia godono del diritto di voto nell’assemblea speciale dei possessori di azioni sviluppo. Inoltre, le azioni di sviluppo sono privilegiate dal punto di vista della ripartizione degli utili, in quanto il dividendo assegnato sarà superiore del 20% rispetto a quello riconosciuto alle azioni ordinarie.

Riguardo alle azioni emesse, di quelle ordinarie ne saranno emesse massime 7.000.000, mentre per quanto riguarda quelle di sviluppo ne saranno emesse massime 14.175.000. All’aumento di capitale potranno aderire coloro che sono già soci, che potranno acquistare 40 azioni ordinarie e 81 azioni speciali ogni 100 azioni già possedute. Il prezzo di sottoscrizione è di 165,77 euro per ogni pacchetto. Il codice ISIN delle azioni speciali è IT0005013542, quello delle azioni ordinarie è IT0005013518.

L’aumento di capitale avrà luogo dal 22 aprile al 13 maggio, tuttavia il termine per la negoziazione dei diritti di opzione è previsto per il 6 maggio prossimo.

Riguardo all’aumento di capitale di Isagro, occorre precisare che le azioni sviluppo si convertono tutte e automaticamente in azioni ordinarie, nel rapporto di uno a uno, in alcuni casi, ovvero: nel caso in cui Piemme dovesse ridurre la sua partecipazione al di sotto della soglia del 50% oppure nel caso in cui dovesse sorgere in capo a una o più persone un obbligo di promuovere un’offerta pubblica di acquisto obbligatoria alla quale i possessori di azioni sviluppo potranno aderire a seguito della conversione delle loro azioni in azioni ordinarie con diritto di voto.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Lascia un commento