Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

CAPE Live (CAPE Listed Investment Vehicle in Equity S.p.A.) ha chiuso il periodo di esercizio dei diritti di opzione concessi agli azionisti nell’ambito dell’aumento di capitale lanciato lo scorso 4 febbraio con risultati del tutto deludenti.

La società ha infatti comunicato che al 22 febbraio scorso, termine ultimo per l’esercizio dei diritti, sono stati esercitati 304.130 diritti di opzione, che corrispondono a complessive 1.555.694 azioni di categoria A, pari allo 0,41% del totale delle azioni oggetto dell’offerta, per un controvalore di circa 108.000 euro. Al termine del periodo di offerta risultano pertanto non esercitati 73.168.035 diritti di opzione, validi per la sottoscrizione di complessive 278.038.533 azioni di categoria A, pari al 99,59% delle azioni offerte.

I diritti di opzione non esercitati verranno offerti in Borsa per almeno cinque giorni di mercato aperto, entro il mese successivo alla chiusura del periodo di offerta. Le date verranno rese note dalla società mediante apposito comunicato stampa.

Nell’ambito di tale operazione, ricordiamo, non è stato costituito alcun consorzio di garanzia e non sussistono impegni di sottoscrizione da parte dei soci. L’aumento di capitale è stato lanciato allo scopo di estinguere il prestito obbligazionario “Cape Live Spa – 2009-2014 convertibile”, pertanto per la parte di capitale non sottoscritta le nuove azioni di categoria A verranno assegnate agli obbligazionisti per la conversione forzosa del suddetto prestito.

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.