Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Le indiscrezioni giornalistiche hanno influenzato notevolmente l’andamento odierno del titolo Prelios: le azioni della spa che si occupa di servizi e gestioni immobiliari hanno fatto registrare poco prima delle 11 un balzo di ben 15 punti percentuali, attestandosi a quota 0,391 euro. Gli scambi sono stati altrettanto sostenuti e hanno sfiorato i tre milioni di titoli, un totale di gran lunga superiore rispetto alla media del mese di luglio.

Secondo la stampa, l’aumento di capitale dell’azienda potrebbe avere delle ripercussioni negative nel breve termine. Inoltre, si teme che lo scorporo in atto possa ridurre il valore delle stesse azioni. Si parla anche parecchio di quelli che potrebbero essere i futuri azionisti di Prelios, con ruoli strategici nel corso dei prossimi mesi. I nomi più gettonati sono quelli di Quantum Strategic Partners, fondo gestito da Soros, Starwood Capital (società che ha sede in Connecticut) e Cb Richard Ellis (attiva nel campo del real estate e quindi molto interessata a Prelios).

Non mancano le ipotesi su altre nazionalità, con i cinesi di Fosun che attendono notizie per un eventuale ingresso nell’azionariato. Lo scorporo a cui si è appena fatto riferimento è un progetto di cui si sta parlando da poco più di due settimane. Che cosa è previsto nello specifico? Le attività che hanno a che fare con gli investimenti del settore immobiliare dovrebbero essere scorporate da quelle che riguardano i servizi: l’intenzione è quella di creare un veicolo finanziario in cui trasferire le attività scorporate e far partecipare nomi importanti come Pirelli, Unicredit e Intesa SanPaolo.

L’aumento di capitale a cui si è ugualmente fatto cenno, invece, dovrebbe ammontare a non più di 66,5 milioni di euro. Il rialzo del titolo di questa mattina conferma comunque che il comparto immobiliare suscita grande interesse a Piazza Affari, come messo in evidenza dai segni positivi fatti registrare anche da Gabetti e Brioschi.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.