Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Ottimi risultati per Ferrari, il gioiellino del gruppo Fca che nel primo semestre ha registrato un utile netto in crescita del 9,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Secondo le previsioni Ferrari chiuderà il 2014 con un +5% di consegne.

La controllata di Fca ha ottenuto risultati record nel primo semestre 2014: nel periodo in questione ha registrato un utile netto di 127,6 milioni di euro con una crescita del 9,8% rispetto allo stesso periodo del 2013, mentre i ricavi sono saliti del 14,5% a 1,48 miliardi di euro. L’utile della gestione ordinaria è aumentato del 5,2% e la posizione finanziaria netta industriale ha raggiunto la quota di 1,594 miliardi con un flusso di cassa netto di 236 milioni di euro.

Il maggiore mercato europeo si è confermato essere la Gran Bretagna con 408 vetture consegnate; l’Italia, dopo anni di diminuzione, ha registrato un aumento nella richiesta delle vetture con +13 per cento a 131 veicoli, pur restando sempre un mercato marginale. Bene il mercato dell’Estremo Oriente e quello degli Stati Uniti che ha mostrato un incremento del 13 per cento a 1062 vetture. Buoni anche i dati provenienti dalle attività legate al brand Ferrari, ovvero licensing, e-commerce e retail.

Il presidente uscente Luca Cordero di Montezemolo all’indomani dei risultati del primo semestre 2014 ha espresso la sua soddisfazione per i risultati economici da record che ha raggiunto Ferrari, anche a fronte della produzione limitata.

Per celebrare i 60 anni della Ferrati negli Stati Uniti verrà prodotta una vettura speciale realizzata in 10 esemplari e a un grande evento a Los Angeles che riunirà tutti i clienti statunitensi in una grande iniziativa benefica. Proprio in quest’occasione, che si terrà il prossimo 13 ottobre, Luca Cordero di Montezemolo passerà ufficialmente la presidenza del Cavallino Rampante a Sergio Marchionne, attuale amministratore delegato di Fca.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.