Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Il Consiglio di amministrazione di Telecom Italia Media ha esaminato oggi i risultati preliminari del gruppo al 31 dicembre 2012. In particolare, i ricavi sono risultati pari a 222,3 milioni di euro, ossia in diminuzione del 6,7% rispetto all’esercizio 2011, un flessione ricondotta alla contrazione dei ricavi di La7 (-16,1 milioni di euro) e del gruppo MTV (-18,6 milioni di euro), solo parzialmente compensata dall’incremento del fatturato dell’operatore di rete TIMB (+20,2 milioni di euro).

Il margine operativo lordo (Ebitda) è risultato negativo per 44,8 milioni di euro, in calo rispetto al dato positivo per 27,3 milioni di euro registrato nell’esercizio 2011. Al riguardo il comunicato diffuso dalla società precisa che sul dato dello scorso anno aveva inciso positivamente l’indennizzo pari a 20,5 milioni di euro per la risoluzione anticipata del contratto di Competence Center, mentre al contrario quest’anno hanno inciso negativamente l’incremento dei costi di palinsesto di La7 e la flessione dell’Ebitda di MTV.

Al 31 dicembre 2012 l’indebitamento finanziario netto è risultato pari a 260,1 milioni di euro, ossia in aumento di 121,4 milioni di euro rispetto al debito di 138,7 milioni di euro registrato alla fine del 2011. Tale variazione è stata determinata da un maggiore fabbisogno per investimenti industriali, da un Ebitda negativo e dal peggioramento del working capital per 36,1 milioni di euro.

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.