Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

L’ultima seduta della settimana a Piazza Affari è stata particolarmente positiva per UnipolSai: la compagnia assicurativa ha registrato un balzo dell’8,9% a 2,178 euro, sicuramente grazie ai numeri del terzo trimestre dell’anno che hanno evidenziato un utile netto di 559 milioni di euro, più del doppio rispetto ai risultati del 2013.

Vediamo nel dettaglio i numeri della terza trimestrale 2014 di UnipolSai. Il gruppo ha chiuso i primi nove mesi del 2014 con un utile netto, escluse le quote di terzi, di 559 milioni di euro, più del doppio rispetto ai 260 milioni ottenuti nello stesso periodo dell’anno scorso. Il dato ha beneficiato dei risultati positivi ottenuti nel ramo “danni”.

Continuando con l’analisi del bilancio trimestrale, UnipolSai ha visto aumentare anche la raccolta premi totale: 11,88 miliardi di euro, in percentuale +7,8%, grazie al miglioramento del ramo “vita”.

Il patrimonio netto di pertinenza del gruppo a fine settembre ammontava a 6,12 miliardi di euro, rispetto ai 5,21 miliardi di inizio anni; sempre a fine settembre, il margine di solvibilità, ovvero il valore che indica la solidità patrimoniale delle compagnie assicurative, era pari a 1,73 volte i requisiti regolamentari richiesti, e in forte miglioramento rispetto all’1,65 della fine di giugno.

Nei primi nove mesi dell’anno il portafoglio titoli strutturati ha subito una riduzione di circa 1,5 miliardi di euro, mentre gli investimenti finanziari del gruppo hanno ottenuto un rendimento pari al 4,9% degli asset investiti.

I vertici di UnipolSai ha sottolineato che il gruppo prosegue nell’integrazione operative delle compagnie fuse e nelle attività di semplificazione societaria, in accordo con gli obiettivi del Piano industriale.

In seguito alla pubblicazione dei risultati trimestrali, i vertici del gruppo hanno anche confermato l’attuale politica dei dividendi che prevede la distribuzione del 60-80% dell’utile realizzato, precisando che non sono previsti dividendi straordinari relativi alla plusvalenza realizzata con la cessione del portafoglio premi ad Allianz.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.