Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

L’acconto sul dividendo delle azioni Gtech verrà riconosciuto agli azioni fino al 9 gennaio e sarà di 0,75 euro per azioni, meno degli 0,79 stimati dagli esperti di  Kepler Cheuvreux ma in linea con la cedola staccata a maggio 2014 per un importo totale di 130 milioni di euro circa. L’acconto verrà pagato il 21 gennaio 2015.

La cedola verrà riconosciuta a tutte le azioni in circolazione, comprese  comprese quelle attualmente offerte agli azionisti fino al 9 gennaio e rivenienti dall’esercizio del diritto di recesso. Gli azionisti che hanno esercitato tale diritto, invece, non avranno diritto al dividendo, in quanto, secondo il piano di fusione firmato lo scorso luglio tra Gtech e Igt, quest’ultima aveva dato il proprio assenso alla distribuzione del dividendo.

Come dicevamo, l’acconto sul dividendo delle azioni Gtech sarà di 0,75 euro per azione, in linea con  la cedola staccata il 19 maggio 2014, ma meno di quanto previsto dagli analisti di Kepler Cheuvreux (si veda: Previsioni dividendi 2015 borsa italiana).

Le parti hanno stabilito che la cedola dovrà essere pagata il 21 gennaio 2015, in sostituzione al dividendo ordinario che Gtech avrebbe pagato sulla base dell’accordo di fusione, quindi, anche se l’operazione viene definita come un acconto sul dividendo, in realtà sostituisce la cedola staccata a maggio.

L’acconto sul dividendo, con data di stacco, record date e data di pagamento sono previsti rispettivamente il 19, 20 e 21 gennaio 2015 (cedola numero 12).

Ricordiamo che Gtech, al 30 novembre 2014, ha registrato un utile netto pari a 227 milioni di euro e un totale di patrimonio netto e passività finanziarie di 5.587 milioni di euro.

Inoltre, il 17 dicembre scorso, Gtech ha proceduto agli annunciati trasferimenti alla propria controllata di diritto italiano Lottomatica Holding Srl di cui Gtech detiene il 100% del capitale, delle intere partecipazioni detenute in Lottomatica Italia Servizi Spa, Sed Multitel e Lottomatica Scommesse, mediante conferimenti con efficacia dal 31 dicembre 2014.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Lascia un commento