Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Il 2014 si aprirà con un nuovo rincaro per le bollette della luce, mentre le tariffe relative al gas resteranno invariate. L’aumento dei prezzi dell’elettricità non avrà comunque un impatto significativo nelle nuove bollette che presto giungeranno agli italiani, ma si tratta pur sempre di un ennesimo ritocco fastidioso che va a sommarsi ad altri aumenti di tasse e bollette previsto per il nuovo anno. In base alle nuove revisioni trimestrali effettuate dall’Autorità per l’Energia, le tariffe dell’elettricità aumenteranno dello 0,7%, mentre per il gas metano non sono previsti aumenti.

Ritornando alla bolletta della luce, viene stimato un impatto di 4 euro all’anno per una famiglia media italiana. L’aumento delle tariffe elettriche è stato provocato dall’introduzione di un nuovo onere generale di sistema, che sarà applicato proprio a partire da gennaio 2014. Si tratta di una componente che serve per finanziare le agevolazioni alle aziende manifatturiere che hanno elevati consumi di energia elettrica.

Soltanto questa componente ha generato un incremento dell’1,6% della spesa complessiva legata agli oneri generali di sistema. A questo rialzo si aggiunge un ulteriore ritocco dello 0,3% dovuto all’aumento dei costi per i servizi di trasmissione, distribuzione e misura per le componenti amministrate della bolletta. Il rincaro complessiva si attesta allo 0,7%, grazie alla forte discesa dei costi del chilowattora, ovvero pari all’1,2%.

Secondo i calcoli effettuati dalle associazioni dei consumatori, per una famiglia italiana tipo da 2.700 kwh di consumi medi all’anno, e con una potenza impegnata di 3 kW, la spesa complessiva per i servizi di energia elettrica aumenta di 4 euro circa all’anno. La spesa media annua sale così a circa 518 euro per ogni famiglia. Nessuna variazione invece per il gas: la spesa annua media stimata resta intorno ai 1.207 euro a famiglia.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Lascia un commento