Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Vi piace leggere e volete risparmiare sui libri? Oltre ad usufruire delle biblioteche comunali vi suggeriamo un’interessante iniziativa ormai attiva da qualche anno in Italia, si tratta del bookcrossing.

Il bookcrossing consiste in una serie di iniziative per diffondere i libri in maniera gratuita e si basa sulla volontà di voler condividere più risorse possibili. In pratica, i libri vengono lasciati all’aperto in modo da poter essere ritrovati e quindi letti da più persone possibili.

Il bookcrossing nasce in America alla fine del 1999: un gruppo di ragazzi lasciarono dei libri sopra delle panchine con la speranza che fossero letti e poi di nuovo “abbandonati” a disposizione di altri lettori. Da questa semplice idea è nato un sito che ha diffuso questa pratica in tutto il mondo, Italia compresa.

Per fare bookcrossing in Italia si può fare riferimento al sito italiano dell’iniziativa; se volete rilasciare un libro vi basterà registrarvi al sito, dopodiché riceverete un codice identificativo che dovrete applicare sul libro in modo da far capire a chi lo ritroverà che quel volume appartiene al circuito bookcrossing e poi procedere alla “liberazione” vera e propria che può avvenire con diverse modalità.

Potete rilasciare il libro all’aperto dove preferite: sul treno, su una panchina, in un bar, insomma dove volete, oppure in una Crossing Zone, ossia una zona appositamente creata per lasciare i libri creando una specie di biblioteca all’aperto. Esistono diverse Crossing Zone in tutte le città, per conoscere quella più vicina a voi vi basterà collegarvi al sito italiano di bookcrossing.

E proprio nelle Crossing Zone potrete a vostra volta scegliere i libri che più vi piacciono e leggere gratuitamente e in abbondanza: unico “obbligo” è quello di riportare il libro dove lo avete trovare (o di rilasciarlo in un’altro posto) dopo la lettura, in modo da metterlo a disposizione di altre persone.

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.