Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

La Doria, azienda leader nel settore della produzione di derivati del pomodoro, dei legumi e deu succhi di frutta a marchio della grande distribuzione, ha siglato ieri un accordo per l’acquisizione del 100% del capitale sociale del gruppo Pa.Fi.al.

L’acquisizione di La Doria avviene, tra l’altro, in occasione dei 60 anni di attività del gruppo che diventa, così, il primo produttore italiano di sughi pronti a marchio private labels e tra i primi produttori europei. La sottoscrizione prevede l’acquisizione del 100% del capitale sociale di Pa.Fi.al. holding di controllo delle società Delfino e Althea.

L’operazione è molto importante dal punto di vista strategico: il gruppo La Doria può così rafforzare la leadership nel mercato europeo delle private labels nei propri settori di riferimento.

I termini dell’accordo prevedono per l’operazione un corrispettivo pari a 65,2 milioni di euro che sarà sottoposto a un eventuale aggiustamento dopo la data del closing sulla base della variazione del capitale circolante e della posizione finanziaria netta al 31 ottobre. La società verrà acquistata praticamente priva di debito, dato che al 30 giugno di quest’anno la situazione finanziaria era pari -1,9 milioni di euro.

Nel 2013 i ricavi del gruppo Pa.Fi.al., per quel che riguarda la vendita, sono stati pari a 71,7 milioni di euro, realizzati per il 93 per cento con prodotti private labels e per il 7 per cento con prodotti a marchio proprio. Il margine operativo lordo è stato pari a 8,2 milioni di euro, l’utile netto 3,6 milioni di euro. Inoltre, la holding ha un buon livello di redditività con un ebitda margin dell’11,4%.

L’acquisizione di Pa.Fi.al. da parte di La Doria, che sarà perfezionata entro la fine di novembre, sarà finanziata per circa il 40 per cento attingendo dalla liquidità aziendale e per la cifra restante tramite un finanziamento bancario concesso da Intesa San Paolo.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Lascia un commento