Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Beni Stabili ha annunciato l’avvio del collocamento di un prestito obbligazionario con scadenza a cinque anni per un importo nominale pari a 150 milioni di euro, aumentabile fino ad un massimo di 175 milioni di euro in caso di esercizio integrale della over-allotment option concessa ai joint bookrunners prima del 15 gennaio 2013.

Tale prestito diventerà convertibile in azioni ordinarie subordinatamente all’approvazione, da parte dell’assemblea straordinaria, dell’aumento di capitale a servizio della conversione. In sede di esercizio dei diritti di conversione, Beni Stabili potrà scegliere di consegnare azioni, di corrispondere un importo in denaro oppure di consegnare una combinazione di azioni e denaro.

Nella nota diffusa dalla società viene anche specificato che le obbligazioni saranno emesse alla pari per un valore nominale unitario pari a 100.000,00 euro e riconosceranno agli acquirenti una cedola fissa semestrale compresa in un range tra il 3,375% e il 3,875% annuo. Il prezzo di conversione iniziale delle obbligazioni sarà stabilito mediante applicazione di un premio compreso tra il 27% e il 32% del prezzo medio ponderato delle azioni Beni Stabili rilevato sul mercato di Borsa Italiana nel periodo compreso tra il lancio e il pricing dell’operazione.

L’azionista di maggioranza, Foncière des Région, ha già comunicato l’intenzione di sostenere l’emissione, pertanto voterà a favore dell’aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione in occasione della prossima assemblea della società.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.