Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Uno dei più spiacevoli inconvenienti in tema di risparmio è il furto di un titolo di credito nominativo, come possono essere i buoni fruttiferi postali e libretti di risparmio postale. In questi casi l’intestatario deve immediatamente denunciare l’accaduto alla filiale delle Poste, presso la quale ha aperto il libretto di risparmio, al fine di ottenere un duplicato del titolo. Quando l’istituto riceve la denuncia del risparmiatore, viene esposto al pubblico un avviso nel quale si richiede la restituzione del libretto all’ignoto detentore o la notifica della propria opposizione entro 90 giorni dalla pubblicazione dell’avviso.

Se nel periodo di tempo summenzionato non avviene la consegna del titolo, il correntista che ha subito il furto del titolo ha il diritto a ricevere un duplicato dall’istituto emittente, nella fattispecie Poste Italiane. C’è poi anche il caso del libretto di risparmio al portatore e quindi non nominativo. Il possessore, che ha subito il furto, deve innanzitutto sporgere denuncia alle Poste.

Nel modulo di denuncia dovrà anche indicare il numero del titolo, la somma iscritta a credito e l’eventuale intestazione, ma più in generale qualsiasi informazione utile per consentire al possessore di essere identificato come portatore del titolo e quindi avente diritto alla denuncia. Poi, entro 15 giorni dalla presentazione della denuncia presso le Poste, bisognerà presentare un ricorso al Presidente del Tribunale allegando la copia della denuncia e tutte le prove che dimostrano il possesso del titolo.

Il costo della presentazione dell’istanza è pari a 77 euro per il contributo unificato (da pagare anche presso le tabaccherie) e 8 euro per la marca da bollo. Poi una copia in carta libera del ricorso deve essere inviata con raccomandata A/R all’ufficio postale presso il quale il libretto è pagabile. In caso di esito positivo, il Presidente del Tribunale emetterà il “decreto di ammortamento” che consente il rilascio del duplicato.

+

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.