Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

A Piazza Affari nel corso della seduta odierna il titolo Saras continua a viaggiare in territorio positivo sulla scia della notizia dell’acquisto da parte dei russi di Rosneft della quota del 13,7% della società dalla famiglia Moratti, che scende così al 50% del capitale. Il  prezzo pattuito è di 1,37 euro per azione.

Rosneft promuoverà inoltre un’offerta pubblica volontaria sul 7,5% di Saras, sempre a 1,37 euro per azione, a cui la famiglia Moratti non aderirà. Gli analisti prevedono che l’offerta verrà lanciata a maggio, quindi dopo il perfezionamento dell’acquisto della quota dalla famiglia Moratti atteso per il 23 aprile prossimo.

Secondo gli analisti di Equita, che consigliano l’acquisto delle azioni Saras avendo sul titolo rating “buy” e target price a 1,29 euro, l’operazione è favorevole per il mercato in quanto consente agli azionisti di minoranza di vendere a Rosneft le azioni Saras allo stesso prezzo e nella stessa proporzione degli azionisti di controllo. Inoltre, il prezzo offerto è attraente, in quanto ingloba un premio del 46% sulla media ad un mese e del 6% rispetto alla valutazione di Equita. A tutto questo bisogna poi aggiungere che l’ingresso di Rosneft aumenta l’appeal speculativo del titolo, in quanto al momento non è ancora chiaro se Rosneft abbia o meno un’opzione per incrementare ulteriormente la sua quota in Saras.

Dello stesso parere anche gli analisti di Société Générale, che hanno alzato il rating sul titolo Saras da “sell” a “buy” ritenendo possibile che Rosneft abbia in mente di salire ulteriormente per poter riuscire ad ottenere in futuro il controllo di Saras. Il target price in questo caso è di 1,24 euro.

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.