Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Banzai ha presentato a Borsa Italiana la domanda di ammissione a quotazione delle proprie azioni ordinarie sul Mercato Telematico Azionario. Uno dei principali operatori nazionali sul mercato italiano dell’e-commerce, nonché leader nell’editoria online, dunque, potrebbe essere quotato in borsa e precisamente nel segmento Star, ovvero quello dedicato alle medie imprese con capitalizzazione compresa tra 40 milioni e 1 miliardo di euro.

Banzai è un’azienda fondata da Paolo Ainio, uno dei precursori di internet in Italia; ad ogg conta oltre 440 dipendenti e collaboratori ed è uno dei principali operatori del mercato digitale del nostro Paese. Ogni mese, oltre 17 milioni di utenti unici visitano i siti di e-commerce e new media di Banzai che comprendono, tra gli altri, ePrice, SaldiPrivati, Pianeta Donna, Studenti, ilPost, Liquida e Giallo Zafferano, tutti siti ben noti ai fruitori delle notizie in rete. In particolare, ePrice è uno dei più importanti negozi online italiane che propone centinaia di categorie differenti ma anche di servizi; SaldiPrivati, invece, è uni dei principali outlet online di abbigliamento, calzature, accessori e prodotti per la casa.

La società è in forte crescita, vanta un fatturato da 153 miloni e un impegno costante nel reparto dello sviluppo del digitale in Italia.

Per quanto riguarda la domanda di ammissione al segmento STAR di Borsa Italiana, il gruppo ha nominato joint global coordinators Jefferies International e Banca Profilo. Il ruolo di sponsor per la quotazione lo svolgerà Banca Akros, mentre l’advisor finanziario sarà Vintage Capital; l’advisor legale è Clifford Change, mentre l’advisor legale per i membri del consorzio di collocamento sarà Cleary Gottlieb Steen & Hamilton.

In una nota Banzai ha dichiarato che il gruppo rappresenta un canale canale distributivo per oltre migliaia di brand e un canale di comunicazione per oltre 450 investitori pubblicitari, e quindi si pone come una realtà in forte crescita e focalizzata al 100% nello sviluppo digitale dell’Italia.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.