Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

A Piazza Affari nel corso della seduta odierna spicca la performance messa a segno dal titolo Biancamano, che non riesce a fare prezzo per eccesso di rialzo, arrivando a segnare a circa un’ora dall’apertura della seduta un progresso teorico di oltre dodici punti percentuali.

A spingere al rialzo il titolo è la notizia arrivata nel corso delle ultime ore dell’ok alla ristrutturazione da parte delle banche creditrici (Unicredit, Bnl, Intesa Sanpaolo, Banca Mps, Banca Carige e Bpm) a seguito di una trattativa durata circa un anno e mezzo.

A seguito di tale accordo, dunque, la società italiana potrà sanare una posizione finanziaria negativa rappresentata da debiti scaduti per un ammontare superiore ai 300 milioni di euro. L’accordo prevede anzitutto la cessione pro solvendo una tantum da parte della controllata operativa Aimeri Ambiente per 68 milioni di euro, la concessione di nuove entrate alla stessa azienda per un ammontare di 24 milioni di euro, il consolidamento di linee a breve termine per 37 milioni di euro e il riscadenziamento della linea di credito a medio-lungo termine già in essere. A tutto questo bisogna poi aggiungere un finanziamento da parte della capogruppo Biancamano ad Aimeri Ambiente per 1 milione di euro.

L’accordo con le banca creditrici per la ristrutturazione del debito, ricordiamo, rientra nell’ambito del piano economico finanziario 2013- 2019 approvato il 9 dicembre 2013.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Lascia un commento