Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Fiat Industrial ha annunciato questa mattina una riorganizzazione della suo struttura organizzativa, attuata in vista della fusione con la controllata statunitense Cnh. In particolare, è stato formato il Group Executive Council (Gec), ossia il più alto organismo decisionale di Fiat Industrial dopo il Consiglio di amministrazione. Tra i suoi compiti figura la supervisione dell’andamento dei business, la definizione degli obiettivi, l’assunzione di decisioni strategiche e riguardanti gli investimenti del gruppo, l’allocazione dei capitali, la condivisione delle best practice e lo sviluppo delle risorse manageriali.

Al tempo stesso sono state create quattro posizioni di Chief Operating Officer regionali, ciascuno dei quali opererà attraverso un team manageriale regionale e avrà la responsabilità di una delle strutture principali. Ognuno dei Coo sarà responsabile del risultato economico, della gestione delle risorse e delle attività produttive e commerciali in riferimento alla propria area. Questi dovranno inoltre riportare i risultati della propria gestione al Group Chief Operating Officer, ruolo già stato assegnato a Richard Tobin, che al tempo stesso manterrà quello attuale di Ceo e presidente di Cnh.

I Coo componenti del Gec sono, oltre a Richard Tobin (Nafta), Andreas Klauser (Europa, Africa e Medio Oriente), Marco Mazzù (America Latina), Franco Fusignani (Apac) e Giovanni Bartoli (Poerwtrain).

Una seconda struttura, inoltre, si occuperà dei brand. In particolare, ciascuno dei marchi globali verrà rappresentato nel Gec e ogni responsabile dovrà provvedere a migliorare e sviluppare un appropriato portafoglio prodotti di brand, nonché assistere i Chief Operating Group nell’implementazione di strategie commerciali e di marketing appositamente pensate per ciascuna delle regioni operative.

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.