Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Quelle che erano solo indiscrezioni pare siano diventate realtà: l’amministratore delegato di Luxottica Andrea Guerra lascerà il gruppo. Secondo quanto riportato dal quotidiano La Repubblica, si terrà il 1 settembre un CdA straordinario per chiarire ufficialmente la questione.

In realtà da Luxottica non c’è ancora nessuna dichiarazione ufficiale, né sull’addio di Guerra né sul nome del suo successore ma, si sa, in questi casi i rumors non mancano e alcuni appaiono anche molto veritieri (si veda: Divorzio in vista tra Luxottica e Andrea Guerra).

Intanto, pare che con ogni probabilità il consiglio di amministrazione straordinario di Luxottica verrà convocato per il 1 settembre, occasione nella quale sarà ratificato il divorzio tra il gruppo e Andrea Guerra; sempre secondo le indiscrezioni, il manager godrà di una liquidazione di circa 120 milioni di euro. Le convocazioni per il board dovrebbero partire già domani alla ripresa dell’attività finanziaria.

Naturalmente, il mercato pensa già alla successione del manager; infatti, circola con insistenza il nome di Enrico Cavatorta, attuale direttore finanziario e generale del gruppo, anche se la società darà mandato a Egon Zhender per avviare una selezione formale del manager; intanto una cosa è certa: non sarà una successione facile considerati i 10 anni di successi collezionati da Guerra.

Le tensioni interne al gruppo si sono fatte sentire in borsa: il titolo Luxottica è in netto calo, ma gli analisti guardano positivamente al futuro post-Guerra. Ad esempio Mediobanca e Deutsche Bank hanno confermato le valutazioni sul titolo: “outperform” con target price a 49 euro la prima, e “buy” con target price a 46,5 euro la seconda. In particolare, Deutsche Bank, in uno studio dedicato al settore lusso, ha sottolineato che Luxottica rimane una una delle principali aziende del reparto, a prescindere dalle speculazioni sull’addio dell’amministratore delegato.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.