Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

La Consob ha comunicato di aver avviato accertamenti in merito al collocamento di un pacchetto di azioni Saipem, corrispondente ad una quota del 2,3% del capitale.

L’operazione ha avuto luogo  lo scorso lunedì ad opera di Bank of America Merrill Lynch, ovvero poco prima dell’annuncio del taglio delle stime sul 2012 e 2013,  che ricordiamo è stato comunicato ieri in serata a mercati chiusi e nel corso della seduta odierna ha provocato un vero e proprio tonfo del titolo Saipem, nonché una considerevole flessione del titolo Eni a fronte dell’impatto negativo stimato sull’utile netto del gruppo del cane a sei zampe (quantificato in circa 200 milioni di euro).

Secondo quanto riportato da Reuters, che cita come fonti alcuni trader, lunedì sera Bank of America Merrill Lynch ha collocato per conto di un investitore istituzionale 9,97 milioni di azioni per 350 milioni di euro, a 30,65 euro ad azione circa.

I broker hanno citato come possibile venditore il fondo Fidelity, l’unico azionista che secondo gli aggiornamenti Consob avrebbe una partecipazione sopra il 2% del capitale, oltre ad Eni che detiene il 42,93% del capitale. Stamane, tuttavia, è arrivata la smentita del fondo, che attraverso un suo portavoce ha fatto sapere di non aver collocato il 2,3% del capitale di Saipem questa settimana.

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.