Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

A pochi giorni dalla pubblicazione dei risultati realizzati da Recordati nel corso del primo trimestre dell’anno, alcuni analisti hanno comunicato di aver rivisto il target price sul titolo. Figurano tra questi gli esperti di Jefferies, che hanno alzato il prezzo obiettivo da 7 a 7,40 euro,  e gli analisti di Mediobanca, che hanno invece portato il prezzo obiettivo a 9 euro. In entrambi i casi è stato mantenuto rating “neutral” sul titolo.

Recordati, ricordiamo, ha archiviato i primi tre mesi dell’anno con un  utile netto di 37,76 milioni di euro, in crescita dell’11,8% rispetto ai 33,71 milioni realizzati nel corso dei primi tre mesi dello scorso anno, e ricavi pari a 244,58 milioni di euro, in aumento dell’11,4% rispetto ai 219,56 milioni registrati nello stesso periodo dello scorso anno. Il risultato operativo è cresciuto del 10,5% a 52,64 milioni di euro, con una marginalità al 21,5%, mentre l’indebitamento finanziario netto al 31 marzo 2013 è risultato in crescita a 192,3 milioni di euro.

La decisione degli analisti di Mediobanca e Jefferies di alzare il target price sul titolo Recordati è stata probabilmente presa in considerazione, oltre che dei risultati positivi realizzati nel corso del primo trimestre, anche della decisione del management di rivedere al rialzo gli obiettivi per il 2013. In particolare, la società prevede ora per l’intero esercizio 2013 un utile netto pari a 132 milioni di euro, un Ebit di circa 190 milioni e ricavi per 930 milioni di euro.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.