Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Eni ha diffuso i conti relativi al bilancio 2013 e la proposta del Consiglio di amministrazione in tema di ripartizione degli utili. In particolare, il management del gruppo del cane a sei zampe ha deliberato la distribuzione agli azionisti di una cedola complessiva di 1,1 euro per azione. La data di stacco del dividendo è il 19 maggio, mentre la messa in pagamento sarà disposta per il giorno 22 dello stesso mese.

In tale giorno, ricordiamo, gli azionisti intascheranno il cosiddetto saldo sul dividendo, pari a 0,55 euro per azione, avendo la società già distribuito ai suoi azionisti lo scorso settembre un acconto sul dividendo pari a 0,55 euro per azione. La proposta di dividendo formulata dal Consiglio di amministrazione sarà poi sottoposta all’approvazione dell’assemblea degli azionisti nel corso della riunione fissata per l’8 maggio prossimo. Lo scorso anno, ricordiamo, Eni aveva distribuito un dividendo complessivo pari a 1,08 euro per azione.

L’annuncio riguardante i dividendi è arrivato contestualmente alla diffusione dei risultati realizzati nel periodo compreso tra gennaio e dicembre 2013, archiviato con ricavi pari a 115,02 miliardi di euro, quindi in flessione del 9,6% rispetto ai 127,22 miliardi ottenuti nell’esercizio precedente soprattutto a causa del calo della produzione di idrocarburi. Il risultato operativo adjusted ha registrato un calo del 36,3%, passando da 19,8 miliardi a 12,62 miliardi di euro così come l’utile netto adjusted, che si è ridotto da 6,62 miliardi a 4,43 miliardi di euro. L’utile per azione si è invece attestato a 1,22 euro. L’indebitamento netto è risultato pari a 15,43 miliardi di euro, rispetto ai 15,51 miliardi di inizio anno.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Lascia un commento