Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Mediaset ha diffuso ieri in serata i risultati relativi al primo trimestre del 2013, archiviato con un utile pari a 9,3 milioni di euro, in leggero calo rispetto ai 10,1 milioni realizzati un anno prima ma in miglioramento rispetto al rosso dei primi nove mesi dello scorso anno e dell’intero esercizio 2012.

Nel periodo in esame i ricavi sono scesi del 15% a 831,6 milioni, l’Ebitda è calato a 321,5 milioni da 371,6 milioni, mentre l’Ebit è salito a 53,4 milioni da 38,5 milioni. L’indebitamento netto al 31 marzo 2013 è sceso a 1.584,3 milioni dai 1.712,8 milioni di fine dicembre.

Per quanto riguarda l’andamento della raccolta pubblicitaria, in Italia la raccolta totale ha registrato una flessione del 19,4%, mentre se si considerano solo i ricavi da attività caratteristica di Mediaset Premium, questi hanno registrato una crescita del 10,2% a 144,5 milioni di euro.

Contestualmente alla pubblicazione dei risultati realizzati durante il primo trimestre del 2013, la società del Biscione ha comunicato l’intenzione del gruppo di rimanere focalizzato sul piano triennale di taglio costi, che secondo le previsioni potrebbe addirittura essere raggiunto in anticipo. In particolare, nei primi tre mesi dell’anno i costi operativi totali hanno registrato un calo del 19% a 600,8 milioni, contribuendo così alla tenuta dei margini nonostante l’ennesimo calo della pubblicità.

Per quanto riguarda le prospettive per i mesi a venire, nonostante il perdurare del difficile contesto sul fronte del mercato pubblicitario, è atteso un miglioramento, seppur lieve, a maggio e giugno.

 

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.