Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Milano Assicurazioni ha comunicato ieri in serata i risultati realizzati nel corso dell’esercizio 2012, archiviato con una perdita netta di 216,05 milioni di euro, in miglioramento quindi rispetto al rosso di 487,48 milioni registrato nell’esercizio precedente soprattutto grazie alla rivalutazione delle riserve relative ad esercizi precedenti per circa 460 milioni di euro.

Nel periodo in esame la raccolta premi complessiva è calata passando da 3,28 miliardi a 3,07 miliardi di euro, soprattutto a causa della flessione dell’8,3% registrata nel ramo danni. Al 31 dicembre 2012 il patrimonio netto era pari a 1,04 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 928,2 milioni di inizio anno, anche in questo caso grazie al miglioramento delle riserve, in particolar modo di quelle su attività classificate nella categoria “disponibili per la vendita”. A fine 2012 il margine di solvibilità era calato al 115,7% dal 133% di inizio anno.

A fronte dei risultati realizzati nel corso del periodo compreso tra gennaio e dicembre 2012, il Consiglio di amministrazione di Milano Assicurazioni ha deliberato la proposta di non distribuire dividendi 2013, inerenti all’esercizio 2012, sulla scia di quanto già fatto lo scorso anno in relazione all’esercizio 2011.

Anche Milano Assicurazioni, come Fondiaria Sai, ha ricordato che il nuovo management nel corso dei prossimi mesi sarà impegnato nel consolidamento delle attività avviate nei mesi scorsi e inerenti il progetto di integrazione con Unipol.

 

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.