Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Il Consiglio di amministrazione di Terna, riunitosi oggi sotto la presidenza di Luigi Roth, ha esaminato i dati preliminari consolidati del 2012, archiviato con ricavi consolidati oltre i 1.800 milioni di euro, ossia in aumento di circa il 10% rispetto ai 1.636 milioni di euro del 2011. Il margine operativo lordo (Ebitda) è risultato maggiore di 1.380 milioni di euro, con un incremento di oltre il 12% rispetto ai 1.230 milioni di euro del 2011, mentre l’Ebitda margin  per la prima volta nella storia del Gruppo ha superato il 76%, contro il 75,2% del 2011.

Le attività non  tradizionali, quelle che secondo gli analisti dovrebbero consentire alla società di incrementare ulteriormente il suo dividend yield negli anni a venire, hanno generato un Ebitda pari a oltre 60 milioni di euro, quindi in linea con la strategia illustrata in occasione della presentazione del piano strategico 2012-2016.

Nel periodo in esame gli investimenti totali del Gruppo si sono attestati a 1.240 milioni di euro, arrivando così a toccare un nuovo record, mentre l’indebitamento finanziario netto risulta inferiore ai 5.900 milioni di euro, in aumento quindi rispetto ai 5.123 milioni di euro registrati al termine del 2011, soprattutto a causa della dinamica crescente degli investimenti effettuati.

La società, ricordiamo, presenterà oggi in tarda mattinata l’aggiornamento al 2017 del piano strategico.

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.