Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Il Consiglio di amministrazione di Campari ha deliberato la proposta di distribuire un dividendo 2013, relativo all’esercizio 2012, pari a 0,07 euro per azione, ossia in linea con quello distribuito lo scorso anno in relazione all’esercizio 2011.

La società ha archiviato il 2012 con un utile netto in calo dell’1,6% a 156,7 milioni di euro, soprattutto a causa di voci straordinarie da ricondurre principalmente all’acquisizione di Lascelles de Mercado. Nel periodo in esame i ricavi sono risultati pari a 1,34 miliardi di euro, in aumento del 5,2% rispetto agli 1,27 miliardi realizzati nell’esercizio precedente, mentre al contrario il margine operativo lordo si è ridotto dell’1,7%, passando da 325,8 milioni a 320,2 milioni di euro. Di conseguenza, la marginalità si è ridotta al 23,9% dal 25,6%. Al 31 dicembre 2012 l’indebitamento finanziario netto è salito a 869,7 milioni di euro, dai 636,6 milioni di inizio anno, in conseguenza all’esborso di 317,3 milioni per l’acquisizione di Lascelles de Mercado.

Nella nota mediante la quale sono stati resi noti i risultati realizzati nel corso dello scorso anno, la società ha sottolineato che nell’ultimo trimestre l’andamento del mercato è stato più difficile del previsto, soprattutto a causa del peggioramento della fiducia dei consumatori e al del cumulo delle scorte operato dai distributori.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.