Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha collocato questa mattina la prima tranche di CTZ con decorrenza 31 gennaio 2013 e scadenza 31 dicembre 2014 (ISIN IT0004890890) per un ammontare complessivo di 4 miliardi di euro, ovvero l’importo massimo del range prestabilito (compreso tra un minimo di 3 e un massimo di 4 miliardi di euro). Il rendimento è ulteriormente calato passando all’1,434% dall’1,884% registrato in occasione dell’asta tenuta lo scorso dicembre, mentre il rapporto di copertura è sceso all’1,45 rispetto all’1,69 della precedente asta.

Sempre questa mattina è stata collocata anche la prima tranche di BTP€i con decorrenza 31 gennaio 2013 e scadenza 15 settembre 2018 (ISIN IT0004682107) per un ammontare complessivo pari a 2,628 miliardi di euro, ovvero nella parte alta della forchetta prestabilita (compresa tra un minimo di 2 e un massimo di 2,75 miliardi di euro). Anche in questo caso il rendimento ha registrato un nuovo calo, passando all’1,8% dal 2,46% dell’asta tenuta lo scorso settembre e avente ad oggetto titoli della stessa tipologia e durata. Il rapporto di copertura è sceso all’1,38 dall’1,75 della precedente asta.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.