Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

La giornata di ieri è stata ricca di aste di titoli di Stato per il Tesoro italiano; il Ministero dell’Economia e della Finanze ha collocato Bot a sei mesi e Ctz a 24 mesi; buona la domanda per entrambi i titoli, fatto difficile da ripetere nelle aste di oggi dopo l’allargamento dello spread in seguito al fallimento delle elezioni presidenziali in Grecia.

Nell’asta di ieri, il tesoro ha collocato tutti i 7 miliardi di euro di Bot con scadenza 30 giugno 2015 (Codice Isin: IT0005070617), con un rendimento allo 0,297%, in rialzo di tre punti base rispetto allo 0,272% dell’asta di novembre. La domanda non è stata particolarmente elevata, in quanto i Bot richiesti sono stati pari a circa 9,73 miliardi di euro, che equivale a un rapporto di copertura di 1,39, in diminuzione rispetto all’1,72 dell’asta di fine novembre.

Il Tesoro, inoltre, ha collocato anche Ctz con scadenza 30 agosto 2016 (codice Isin: IT0005044976) per un ammontare complessivo di 2,5 miliardi di euro, al massimo della forchetta indicata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, compresa tra i 2 e i 2,5 miliardi di euro.

Il rendimento lordo è stato fissato allo 0,489% in calo rispetto allo 0,692% del collocamento del mese di ottobre; la richiesta dei Ctz è stata di oltre 3,65 miliardi, in calo rispetto all’asta precedente. Da calcolare, però, che le aste sono state effettuate in periodo di festività e quindi è normale registrare una minore domanda rispetto al solito.

Come dicevamo, le aste sono state effettuate prima della notizia del fallimento delle elezioni presidenziali in Grecia, evento che ha allargato lo spread tra Btp e Bund a 143 punti base e ha fatto salire il rendimento del decennale domestico al 2,01%.

Nella giornata di oggi continueranno le aste dei titoli di Stato italiani con i Btp a 5 e 10 anni per un ammontare compreso tra 4,5-6 miliardi di euro e con i Ccteu dicembre 2020 per 1-1,5 miliardi (si veda: Caratteristiche dei titoli di Stato all’asta il 29 e il 30 dicembre 2014).

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.