Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Acegas-APS attraverso un comunicato stampa ha definito il valore delle azioni in caso di esercizio del diritto di recesso, dopo che la scorsa settimana il Consiglio di amministrazione ha approvato l’ordine del giorno dell’assemblea in programma per il prossimo 4 aprile inserendo la possibilità di apportare alcune modifiche allo statuto al fine di renderlo coerente con il mutato assetto proprietario e con il previsto delisting. Tra le varie modifiche figura in prima linea l’eliminazione del limite del diritto di voto.

In particolare, sulla base della media aritmetica dei prezzi di chiusura del titolo nei sei mesi precedenti alla data odierna, il valore unitario di liquidazione delle azioni Acegas-APS, nel caso in cui dovesse essere esercitato il diritto di recesso, è di 5,47 euro.

Nei giorni scorsi, ricordiamo, è stato comunicato l’esito dell’Opas di Hera su Acegas-APS. In particolare, in base ai risultati provvisori, al 27 febbraio scorso risultavano portate in adesione complessive 16.511.317 azioni, pari a circa il 30,03% del capitale sociale e a circa l’80,97% delle azioni oggetto dell’offerta. Pertanto, Hera è arrivata a detenere complessivamente 50.978.258 azioni di Acegas-APS, pari a circa il 92,72% del capitale, e potrà quindi avviare la procedura per l’adempimento dell’obbligo di acquisto delle rimanenti 3.881.689 azioni Acegas-APS.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.