Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Secondo alcune indiscrezioni di stampa pubblicate nel corso delle ultime ore, l’Ipo Fineco finalizzata alla quotazione sul listino di Piazza Affari si sarebbe rivelata un vero e proprio successo.

Le ultime indiscrezioni al riguardo sono quelle pubblicate da Reuters, che citando una nota emessa da una banca che partecipa all’operazione, parla di domande al terzo giorno di offerta sufficienti a coprire più di una volta l’intero ammontare offerto.

L’operazione, ricordiamo, è partita lo scorso lunedì per poi terminare il giorno 26 giugno 2016, con pagamento delle azioni acquistate (per un quantitativo minimo di 1.000 azioni) da effettuare entro il 2 luglio 2014. Al termine dell’operazione, Unicredit, che attualmente detiene il 100% del capitale di Fineco, si ritroverà a detenere una quota pari al 30% del capitale, oppure al 34,5% del capitale in caso di integrale sottoscrizione della greenshoe.

Sull’esito positivo dell’offerta potrebbero aver influito anche le dichiarazioni rese nei giorni scorsi dall’amministratore delegato di Fineco, Alessandro Foti, che nel corso del suo intervento durante la conferenza stampa di presentazione dell’offerta pubblica di vendita e sottoscrizione, ha affermato che nel corso dei prossimi anni Fineco intende distribuire un dividendo generoso ai suoi azionisti, parlando di una politica “nella parte alta, generosa del mercato”, pur rimanendo nel rispetto dei requisiti patrimoniali imposti dall’autorità di vigilanza.

La società, inoltre, nel corso dei prossimi anni punta a crescere per linee interne, soprattutto nel settore dei servizi per l’investimento. Sono invece escluse, almeno per il momento, acquisizioni e espansioni in altri Paesi.

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.